Emorroidi


MALATTIA EMORROIDARIA:
PRIMA DI PENSARE A QUALSIASI TIPO DI INTERVENTO

Se soffrite di questo disturbo il consiglio è di leggere tutto molto attentamente.
Al termine saranno forniti i rimedi e l'alternativa naturale per risolvere definitivamente questa patologia!

PREMESSA
Facciamo presente che termini e parole che si utilizzano rivestono particolare importanza.
Il mondo è pieno di persone che celate dietro non si sa quale tipo di specializzazione si promuovono come panacea per la risoluzione di tutte le malattie e problematiche dell’uomo.
Riportando le citazioni di molti dottori e professori in medicina, fedeli indissolubilmente al giuramento di Ippocrate del quale perseguono lo scopo e ne seguono le regole alla virgola, il sistema sanitario è il più grande business che ci possa essere in una nazione.
Tanto grande che coinvolge regolarmente partiti e forze politiche.
La medicina classica nei secoli supportata dai colossi delle industrie farmaceutiche, si è arrogata il diritto del termine “cura” che ovviamente non possiamo citare.
La medicina alternativa, l’omeopatia  e la naturopatia in molti casi hanno risolto problematiche operando in armonia con la natura e fornendo rimedi e soluzioni non dannosi per il corpo umano tenendo conto che nel caso dell'omeopatia c'è sempre il principio attivo chimico, non naturale, diluito maggiormente quindi più leggero.
Quindi in relazione a quanto citato, le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate.
I contenuti hanno un fine informativo tratto da testi specifici in materia e non sostituiscono il parere medico.

DEFINIZIONE DI EMORROIDI
Prima di fornire le informazioni adatte ad addentrarci nell’analisi di cosa è possibile fare per alleggerire il problema quando di alto grado o risolverlo quando di basso grado esaminiamo le definizioni.
Wikipedia al termine emorroidi fornisce una definizione di base: https://it.wikipedia.org/wiki/Emorroidi.
Quindi la definizione corretta di emorroidi dal greco haîma , "sangue" e rhéó, "scorrere" è: cuscinetti composti da tessuti vascolari, spugnosi formati da capillari, arterie e soprattutto vene presenti nel canale anale che giocano un importante ruolo nel mantenimento della continenza fecale.
Quindi ritornando alla definizione, le emorroidi non sono un problema ma fanno parte dell’anatomia umana.
Il problema è la malattia emorroidaria la quale contribuisce al rigonfiamento ed infiammazione di questi tessuti con conseguente patologia interna o esterna.
Ricapitolando e rispondendo a domande dirette possiamo dire che:
Le emorroidi cosa sono?
        Sono una componente anatomica umana e sono cuscinetti di tessuto vascolare spugnoso formato da capillari, arterie e soprattutto vene nel quale fluisce sangue posizionati nella regione anale.
A cosa servono le emorroidi?
        Hanno un ruolo importante nel mantenimento della continenza fecale.
Quali problemi possono avere le emorroidi?
        La patologia che può verificarsi nelle emorroidi si chiama malattia emorroidaria ed è un rigonfiamento ed infiammazione dei tessuti emorroidari con conseguente fenomeno interno o esterno.
        Per questo motivo vengono chiamate “emorroidi interne” o “emorroidi esterne”.
Quali sono i livelli della malattia emorroidaria?
        Malattia o emorroidi di 1° grado: generalmente non associate a dolore, neppure al momento della defecazione.
        Si tratta per lo più di emorroidi interne, il cui sintomo più significativo è rappresentato dal sanguinamento.
        Malattia o emorroidi di 2° grado: pur essendo emorroidi interne, fuoriescono dal canale anale durante l'espulsione delle feci, causando non solo sanguinamento ma anche fastidio, più o meno
        intenso a seconda dei casi.
        Malattia o emorroidi di 3° grado: maggiormente a rischio di prolasso.
        Malattia o emorroidi di 4° grado: molto dolorose e nella maggior parte dei casi richiedono il ricorso tempestivo ad un intervento chirurgico.

LE CAUSE DELLA MALATTIA EMORROIDARIA
Un chirurgo, intervistato sul problema,  disse che le emorroidi sono parte di uno stile stile di vita.
Uno stile di vita errato predispone le persone a soffrire di questa patologia.
I fattori che possono contribuire alla formazione o allo sviluppo più grave di questa patologia sono,  da ricercarsi nella familiarità, alimentazione scorretta che comprende anche il bere poco, vita sedentaria, disfunzioni intestinali quali stipsi o diarrea cronica, abuso di lassativi, abuso di alcool e fumo.
Questa patologia insorge prevalentemente tra i 45 e i 65 anni e tende ad aggravarsi con il passare del tempo  e se non si agisce in un percorso di prevenzione l’unico rimedio possibile risulta essere l’intervento chirurgico.

I CONSIGLI
Visti i fattori possiamo pensare ad un percorso di prevenzione che riguarda i seguenti punti:
Ridurre o eliminare la nicotina quindi il fumo in genere.
        Questo sarà utile non solo a questa patologia ma anche a molte altre.
Ridurre i lassativi
        Molti lassativi contengono ingredienti quali la Cassia e la Senna sono sconsigliati in caso di emorroidi ma anche nel caso di gravidanza e in caso di allattamento.
        Molto aggressivi e fonte di infiammazioni gravi.
Modificare lo stile di vita
        La sedentarietà risulta essere un aspetto importante specialmente se svolgiamo un’attività che non ci consente di fare movimento tipo lavori di ufficio.
        Compatibilmente con le esigenze familiari è bene cercare di sforzarsi il più possibile per contrastare questo obbligo imposto dal lavoro magari andando nel posto di lavoro il bicicletta, ovviamente se
        non 
troppo distante dalla nostra abitazione oppure parcheggiare l’auto qualche metro prima dell’ufficio raggiungendolo a piedi.
        Il massimo potrebbe essere una camminata a piedi il fine settimana insieme a qualche familiare o amico come compagnia.
Migliorare l’alimentazione
        Alcuni cibi sono difficili da digerire. Una dieta con cibi che si muovono lentamente e a fatica nel colon daranno luogo a stitichezza che causerà pressioni e tensione sui vasi sanguigni vicino
        all'ano e nella zona del retto consentendo l’insorgenza della patologia .
        Meglio cambiare la dieta, al fine di alleviare la pressione dei vasi sanguigni.

RIMEDI
Prima di rivolgersi a soluzioni che contemplino l’utilizzo di farmaci o interventi chirurgici a meno che non si renda particolarmente necessario, è possibile risolvere il problema mediante soluzioni di alimentazione e l'utilizzo di prodotti naturali.
Come primo consiglio, essendo che il problema maggiore viene causato dalle disfunzioni intestinali per consentirne l’alleggerimento o la guarigione è necessario seguire una dieta che consenta per questa patologia di allentare le pressioni e le tensioni sui vasi sanguigni vicini all’ano e alla zona del retto.
Essendo che il problema maggiore viene causato dalla pressione che si forma in seguito alla stipsi ma anche per la causa opposta quindi diarrea cronica, il consiglio è di seguire un’alimentazione corretta mediante una dieta ricca di fibre che permettano una migliore digestione.
Questa dieta viene suggerita sia come forma preventiva per tutti per evitare l’insorgenza della patologia che come mantenimento anche per coloro che hanno già affrontato il problema e hanno dovuto, per una condizione grave, ricorrere ad un intervento chirurgico.
I medici dicono che anche se le emorroidi sono rimosse chirurgicamente il problema può ripresentarsi nel caso di un’alimentazione di mantenimento non corretta.
Un altro aspetto importante da considerare è di bere molti liquidi. 
Bevendo caffè sarà importante bere acqua in aggiunta in modo da reidratare a dovere il corpo.
Un’alimentazione che possa consentire di ottenere una condizione favorevole per evitare l’insorgenza o la complicazione della malattia emorroidaria è composta da frutta quindi mele, pesche, pere e mandarini e per includere altri cibi particolarmente utili e ricchi di fibre ci sono la crusca, pane di cereali integrali e gli ortaggi a foglia larga. 

PRIMA DEL FARMACO O DELL’INTERVENTO
Tutto questo per informare coloro che vengono in contatto con la nostra azienda che esistono metodi alternativi senza l’uso di farmaci e prima di eventuali interventi chirurgici che consentono ai sofferenti di queste patologie di rimettersi in armonia con la natura correggendo quindi i comportamenti e le abitudini per riequilibrare il funzionamento corretto dei nostri organi.
Quindi prima di rivolgersi ai farmaci che maggior parte delle volte hanno controindicazioni o agli interventi chirurgici non sempre considerati una passeggiata consigliamo i nostri amici di provare i nostri prodotti naturali al 100% esenti da controindicazioni.
Il prodotto che consigliamo non è miracoloso ma è una vera Manna dal cielo.
Scusate il gioco i parole ma è proprio della Manna che stiamo parlando.
Questo ingrediente, da non confondersi con la Mannite che non è altro che una sintesi della barbabietola da zucchero, che mediante le sue proprietà benefiche contribuisce nel tempo alla regolarizzazione del funzionamento intestinale, vero responsabile delle funzioni assimilative e degli scarti che se non ottimali contribuiscono a creare o aggravare la patologia emorroidaria.
Sono presenti molte testimonianze sui risultati ottenuti mediante questo prodotto.
L’importante però per ottenere risultati concreti è utilizzare il prodotto giusto.
Pura perché purificata prima dell’imbottigliamento, controllata da un laboratorio successivamente alla raccolta selezionata ed inviata per il confezionamento.
Selezionata e purificata perché abbiamo la pretesa di voler fornire ai nostri clienti un prodotto speciale che possa portare risultati concreti alla patologia.
Molte volte per curare il problema che si presenta all’esterno è necessario curare anche l’interno e viceversa.
Anche in questo caso abbiamo creato i prodotti necessari a seconda della situazione o gravità del problema riscontrato.

Soluzione di Manna e Fichi: soluzione liquida particolarmente adatta per problemi di stipsi al contempo contribuisce a regolare le funzioni intestinali.
Soluzione di Manna: soluzione liquida per il mantenimento della regolarità delle funzioni intestinali
Tavolette Buona Salute: pastiglie che contribuiscono al miglioramento delle funzioni intestinali riguardo a stitichezza occasionale o cronica, intossicazione o pigrizia intestinale.
Detergente intimo alla Manna: soluzione liquida per un’azione esterna, detergente antisettica e lenitiva. Agisce durante i lavaggi idratando e decongestionando tutte le parti irritate ed arrossate.
        Rinfrescante delicatamente profumato con essenze naturali. 

Quindi, Soluzione di Manna per un’azione interna, per ristabilire e regolare le funzioni intestinali aiutando in questo modo ad instaurare un’igiene intestinale agendo da spazzino.
In questo modo si ottiene una riduzione delle emorroidi e dei disturbi ad esse legati quali prurito, dolori e fastidi nella zona anale.
Detergente intimo per un’azione esterna per offrire un sollievo prolungato nella regione trattata rinfrescando la pelle, riducendo allo stesso tempo l’infiammazione favorendo la riduzione dei disturbi.